Vini dal cuore del Roero

azienda1Ieri...

 La nostra storia ha origini antiche, quando, a metà del '800, il signor Antonio Rabino decise di comprare le prime botti in legno e iniziò a produrre vino. 

I primi litri di vino erano riservati a famiglia e amici, ma il sogno di Antonio era di condividere la sua grande passione con gli altri. Ebbe, così, la grande idea di mettere il vino in bottiglia per poter condividere il frutto del suo lavoro con ancora più persone. 

Durante il periodo precedente le guerre mondiali venivano imbottigliate già molte qualità di vino prodotte ora in azienda: Barbera, Nebbiolo, Grignolino, Bonarda, Freisa e anche i famosi vini bianchi Arneis e Favorita.

Da una piccola passione nacque così un lavoro e vista la crescente domanda di vino, Antonio decise di insegnare il mestiere prima al figlio Luigi e poi al nipote Giovanni.

 

… Oggi

Sono passati molti anni dalla nascita dell'azienda, molte generazioni hanno calpestato la terra dei nostri filari e lavorato in cantina.

Con il passare del tempo, l'azienda si è evoluta adottando le tecniche più moderne per le lavorazioni, ma rimanendo fedele al ciclo della natura. Infatti, è definita come biosostenibile, in quanto molte risorse utilizzate sono prodotte direttamente in azienda.

Ancora oggi, i vini si affinano nelle botti in legno di rovere tra le mura in pietra e mattoni del crutin, la cantina scavata a mano a partire dal Seicento.

Un'altra caratteristica che abbiamo voluto mantenere in azienda è la varietà della nostra produzione. Non ci dedichiamo solo ai vini, ma anche all'allevamento di bovini di razza piemontese e alla coltivazione di albero da frutto: pesche di Canale, la nocciola tonda e gentile della Langa e antiche varietà di albicocche.

Inoltre, un'ampia parte dei nostri terreni è mantenuta a area boschiva per preservare la biodiversità del territorio.

Oggi troviamo al timone dell'azienda Luigi, Daniela e Paolo. Una cosa non è cambiata: la passione per la natura, il vino, le origini e un sogno molto forte: creare qualità.