Vini dal cuore del Roero

 

ROERO ARNEIS D.O.C.G.

roero arneis bianco

weissweintraube gross1

Dati tecnici: 

Zona di produzione: Comune di Canale
Colline: Val Capun, Ca’ di Carli, Bricco Novara, Bricco Renesio
Altitudine: 280-320 metri sopra il livello del mare
Superficie vitata ad Arneis: 5 ettari
Gradazione: 12,5 - 13,5%
Acidità: 5,5-6 grammi a litro

Il nostro Arneis

E’ il vitigno più rappresentativo del Roero. Sembra che sia originario proprio del paese di Canale, in quanto il nome Arneis, deriva dalla collina Renesio, Renexi, una delle più suggestive del territorio. Il nome ha anche un’accezione dialettale di persona burbera e birichina.
La sua storia è molto incerta, ma già dal ‘600 i vignaioli piantavano le viti in mezzo a quelle di Nebbiolo, in modo che gli uccelli stessero lontani dalle uve nere, più remunerative, ma si nutrissero delle bianche più dolci e succose. Nel ‘900, invece, l’Arneis veniva vinificato come vino dolce. Nostro nonno ci ricorda che nel periodo della seconda guerra mondiale, venivano prodotte e filtrate in azienda 40-45 ”brente” (equivalenti a 50 litri ciascuna). A partire dagli anni ’60, alcuni imprenditori intuirono le sue potenzialità e avviarono la vinificazione come vino secco, ottenendo ben presto ottimi risultati.
Alcuni temerari iniziarono la sua spumantizzazione, ottenendo un prodotto di altissimo livello. E’ dal 1979 che la nostra azienda propone uno Spumante a base Arneis.
E’ un assemblaggio delle nostre uve, selezionate tra le migliori. Le colline scelte per la produzione sono quelle con una migliore esposizione solare che garantisce un’ottima maturazione, una colorazione dell’uva che varia dal verde all’oro e un profumo intenso.
Le colline sono Bricco Novara, la cui posizione incornicia l’azienda, Val Capun, Ca’ di Carli e Bricco Renesio, grazie alla quale l’azienda è stata premiata nel 2015 come Patrimonio dell’Umanità.
Vino: L’Arneis è considerato come il re dei vini bianchi piemontesi grazie al profumo intenso, dato dalle note aromatiche e alla ricchezza di corpo e struttura. Si differenzia dagli altri vini bianchi per la sua longevità, infatti è un vino che può esser degustato in primavera, appena sei mesi dopo la sua vendemmia, ma può esser apprezzato anche a distanza di alcuni anni dal suo imbottigliamento.

Degustazione

Il suo colore è giallo paglierino, con riflessi tendenti al verde
All’olfatto, si possono percepire gli aromi della frutta fresca, come pesca, mela e banana.
Non si presenta come un vino semplice, ma gustandolo, si sente la complessità della sua struttura. Infatti, dona freschezza, grazie alla sua morbida acidità, ma al tempo stesso rimane armonico e sensuale al palato.
E’ il compagno ideale di piatti di pesce, antipasti freschi e aperitivi, ma risulta anche un ottimo abbinamento per piatti di verdura, carni bianche e formaggi.

 


langhe chardonnay bianco

LANGHE CHARDONNAY D.O.C.

Dati tecnici: 

Zona di produzione: Comune di Canale
Colline: Ca’ di Carli
Altitudine: 280 metri sopra il livello del mare
Superficie vitata a Chardonnay: 2 ettari
Gradazione: 12,5 - 13,5%
Acidità: 5,5-6 grammi a litro

Il nostro Chardonnay

Questo vitigno di taratura internazionale, regala un vino avvolgente e suggestivo nel Roero.
Il colore è giallo paglierino con riflessi verdognoli.
Si possono riconoscere i profumi di fieno, grano maturo e fiori di campo.
Il gusto è avvolgente ed elegante con una piacevole acidità. Si avverte anche tutta la sua complessità strutturale ed è per questo che, pur essendo un vino bianco, lo Chardonnay non perde le sue caratteristiche organolettiche, anche dopo alcuni anni.
Si abbina bene con piatti di pesce e carni bianche.


langhe favorita bianco

LANGHE FAVORITA D.O.C.

Dati tecnici:

Zona di produzione: Comune di Canale
Colline: Ca’ di Carli
Altitudine: 310 metri sopra il livello del mare
Superficie vitata ad Favorita 2 ettari
Gradazione: 12 - 13%
Acidità: 5,5 grammi a litro.

La nostra Favorita

E’ vitigno tipico delle colline del Roero, un vino un po’ di nicchia, di cui solo oggi si iniziano a scoprire le sue caratteristiche organolettiche.
Coltivata sulla nostra collina Ca’ di Carli, la Favorita regala grappoli grandi, che sfumano dal giallo paglierino fino ad una colorazione dorata.
E’ una qualità molto zuccherina, tant’è che nell’antichità era usata come uva da tavola.
Il vino è caratterizzato da un colore giallo dorato, un aroma che esalta il profumo della pesca canalese, degli agrumi e dei fiori bianchi, come il biancospino.
Gustandolo, si sente la freschezza e la giovinezza del vino, data dalle note di mandorle e dal finale di fieno fresco.
La Favorita è un vino non troppo longevo, che esprime il suo culmine nell’arco di un anno.
Ideale come aperitivo o come accompagnamento per antipasti e primi piatti a base di pesce.